Cos’è una centrale antincendio? E’ il centro di controllo dell’impianto e generalmente viene installata nella portineria o in un altro locale di controllo, dove risiede il personale di sorveglianza.

Ad essa sono collegati, tramite apposite linee elettriche, tutti i componenti dell’impianto, tra cui: dispositivi di rilevazione incendio, pulsanti manuali di allarme, sirene antincendio, pannelli luminosi e componenti di segnalazione ai soccorritori esterni.

Ma qual è la sua funzione? Ebbene una centrale antincendio ha il compito di gestire dei segnali provenienti dai sensori, provvedendo all’attivazione dei dispositivi di segnalazione, secondo i piani di intervento programmati.

Come scegliere la centrale antincendio

Esistono diverse tipologie di centrale antincendio, che si differenziano tra loro per quantità di sensori collegabili, tipologia di controllo ed identificazione dei sensori. Come scegliere quindi quello più adatto alle proprie esigenze? Ecco i nostri consigli per guidarti nella scelta del modello più adatto a te.

Centrali convenzionali e analogiche: le centrali di dimensioni più ridotte normalmente consentono il collegamento fino a un massimo di 2-4-6 zone. Con le centrali più evolute è possibile gestire una “comunicazione intelligente” con i sensori.  Consentendo così di individuare univocamente colui che ha generato la segnalazione e facilitando l’esatta individuazione del luogo di provenienza dell’allarme.

Questo tipo di funzionamento viene solitamente indicato come “indirizzamento singolo“, ed è quello delle centrali antincendio convenzionali. Come già detto queste ultime permettono di identificare il punto preciso di allarme. Sono particolarmente consigliate se la zona da salvaguardare è molto estesa visto che possono arrivare  fino a 508 elementi sull’impianto.

In alternativa, si possono trovare centrali ad “indirizzamento collettivo“, ossia le centrali analogiche. In questo caso la capacità di individuare il punto di provenienza dell’allarme è limitata a gruppi di sensori. Qui il gruppo di sensori è definito dal percorso effettivo della linea elettrica, a cui sono collegati i rivelatori. Questa tipologia di centrale è particolarmente consigliata se l’ambiente da monitorare è di piccole dimensioni.

Le centrali antincendio sono inoltre dotate di una doppia fonte di alimentazione. Questa serve a garantire il funzionamento dell’impianto anche in assenza di alimentazione elettrica primaria, ovvero della rete elettrica pubblica. L’alimentazione elettrica secondaria è solitamente realizzata con “batterie in tampone”.

Scopri le nostre soluzioni

I nostri prodotti sono sinonimo di comfort e sicurezza!

Scopri le nostre centrali analogiche

Perfette per proteggere la tua casa , la tua famiglia e ciò a cui tieni di più. Localizzano la zona in cui sta per manifestarsi l’incendio segnalandolo tempestivamente. Scopri  l’intera gamma.

Centrale antincendio analogica 4 loop EXCP4L

Le nostre centrali convenzionali per te

Per proteggere la tua azienda o qualsiasi altra struttura di ampie dimensioni ti proponiamo la nostra linea di centrali convenzionali, in grado di identificare il punto preciso di localizzazione dell’incendio.

Centrale antincendio convenzionale 6 zone CFN6M

Contattaci per qualsiasi informazione

Inviaci una mail, ti risponderemo il prima possibile.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio